giovedì

Capelli e religione
accoppiata vincente

Questo pomeriggio sono andato dal barbiere a farmi tagliare i capelli. Io avrei voluto rasarmi a zero o quasi, così, tanto per cambiare ma la mia mammina mi ha consigliato ma non stà a far el cojòn, te ghè ventisiè ani, mia quindeze, fate un tajo da cristiàn par favòr, come non accondiscendere?
Operazione quella dell'andare dal barbiere che a me fa cacare il cazzo essenzialmente per quattro motivi: durante la stagione calda il negozio è una fornace, da buon menarello non sono mai contento del risultato (mi sembra, sì, è un'impressione, di avere sempre meno capelli), pago troppo (se-di-ci euri!) e soprattutto sono costretto ad assistere alla fiera della banalità e della chiacchiera da bar.

Ovviamente oggi il discorso tra il barbiere e gli altri due clienti era l'attentato terroristico a Londra.
Ovviamente io avrei voluto limitarmi (per ragioni di buongusto, mio) ad ascoltare ma ho avuto l'inaccortezza di intervenire.
Eravamo più o meno arrivati al
ahh diocan 'sti maledeti de musulmani che cazo i vole da noialtri? noi semo catolici, lori i'è islamici, cosa cazo i voli qua? che se ne stia a casa loro, qua semo solo catolici, i dovarìa far entrare solo i catolici e parar via tuti 'sti marochini.
[acciderbolina questi maledetti mussulmani cosa cazzo vogliono da noi? noi siamo cattolici, loro sono islamici, cosa cazzo vogliono qui? che se ne stiano a casa loro, qui siamo solo cattolici, dovrebbero far entrare solo cattolici e cacciare via tutti questi marocchini].
Avrei avuto tantissime cose da replicare ma converrete con me che non ne sarebbe valsa la pena, puro fiato sprecato; ho solo accennato sottovoce un
  • Yoshi: beh, non è che qui siamo tutti cattolici però, cioè, non è vero che tutti gli italiani sono cattolici
  • Villico: e sa sito ti? musulmano? [e cosa sei tu? mussulmano?]
  • Yoshi: no, dico solo che in uno stato laico la religione non dovrebbe essere la discriminante
  • Villico: mi non li voio mia le moschee, ma ti sa sito allora? ebreo? [io non le voglio le moschee, ma tu cosa sei allora? ebreo?]
  • Yoshi: io sarei ateo
  • Villico: valà valà, in russia te devi nar. te si catolico anca ti, te si batezà! [suvvia suvvia, dovresti andare in russia. sei cattolico anche tu, sei battezzato!]
  • Yoshi: beh, tecnicamente no, ma vabbeh, lasciamo stare...
Io penso che il signor Villico rispecchi perfettamente il livello dell'analisi sulla situazione attuale. Prova ne è il fatto che una nutrita compagine di ministri e parlamentari esprime gli stessi pensieri, a volte in un italiano migliore.
Due palle andare dal barbiere.

|