martedì

Santo? Subitissimissimo!!

Sono intento come ogni sera a preparare la pappa per il gatto quando tutto d'un tratto la scatoletta aperta mi scivola dalle mani e cade per terra riversandosi sul pavimento.
Svogliatamente inizio a ripulire ma incautamente e per far prima prendo direttamente con le mani i pezzettoni più grandi per metterli nella ciotola. Ecco che il gatto mi si fionda addosso attirato dall'odore del suo cibo. E' una bestia assatanata, è accecato dalla fame atavica, non è in lui e inizia a mordermi le mani per mangiare il suo cibo. Io mi sbilancio e cado completamente a terra, urlo, gli dico di smettere, gli dico che mi sta facendo male, vedo uscire il sangue.
In preda ad una folle estasi, il gatto inizia a mordermi anche le braccia e prova ad arrivare al collo, vuole la giugulare! Io mi dimeno, cerco in tutti i modi di togliermelo di dosso ma non c'è niente da fare, i suoi dentini aguzzi mi provocano un orribile dolore che mi ottenebra la mente.
Ormai mi sento perduto, sento che le forze mi stanno venendo meno. Percepisco che la vista mi si sta affievolendo e che manca poco alla fine. In questo tragico momento però capita qualcosa di incredibile, qualcosa che io non avrei mai potuto immaginare, qualcosa che fino a dieci minuti prima avrei bollato come impossibile.
Sento come una mano che mi si posa sulla spalla, sento come il fiato di una bocca che parla vicino al mio orecchio e che mi dice figliolo, quelo che hai fato mi ha fato piangere, ma io ti perdono. questo gato demoniaco non ti farà più male. Tutto d'un tratto il gatto smette di mordermi e si allontana; io, stordito come non mai, non capisco più nulla ed ecco che la voce ricomincia ora vai figliolo, vai a confesarti e pentiti dele tue azioni contro la chiesa romana. Mi alzo e dietro di me vedo l'inimmaginabile: una figura celeste che si allontana dalla finestra e che mi fa ciao ciao con la mano e subito riconosco l'indimenticabile San Giovanni Paolo II

post che aderisce a questa campagna

|