mercoledì

Otto per mille
si imparano sempre cose nuove

Nel donare il vostro otto per mille del gettito IRPEF avete sette opzioni: Stato (che da quello che ho letto qui, usa i soldi ricevuti veramente da cazzo), Chiesa cattolica, Unione Chiese cristiane avventiste del 7° giorno, Assemblee di Dio in Italia, Unione delle Chiese Metodiste e Valdesi, Chiesa Evangelica Luterana in Italia, Unione Comunità Ebraiche Italiane.
In caso di scelta non espressa da parte dei contribuenti la destinazione si stabilisce in proporzione alle scelte espresse. Ossia, se su 100 cittadini 90 non si esprimono (per disinteresse o per tacita delega allo Stato), e solo 8 firmano per la Chiesa Cattolica, l’80 per cento della quota IRPEF stabilita andrà alla Chiesa Cattolica. Ecco come in Italia una evidente minoranza può diventare la quasi totalità degli italiani che finanzieranno, loro malgrado, un’associazione religiosa.
La famiglia Yoshi ha deciso, dopo attenta valutazione, di destinare il proprio otto per mille ai Valdesi. Si tratta sempre di una organizzazione religiosa, ma pensiamo sia decisamente il male minore. E' risaputo che si tratta di una delle chiese protestanti (ammetto di avere una simpatia per i protestanti, almeno in confronto ai cattolici!) più progressiste e più aperte alla modernità. Dopo aver letto sul loro sito la parte relativa all'otto per mille ho ritenuto che questa, in mancanza di alternative velide, fosse la scelta migliore.

|