martedì

Mezmerize
System of a down

Premessa: finora non ho letto nessuna recensione di questo nuovo album dei SOAD, quindi non ho nessun tipo di condizionamento.
Premessa 2: non è esattamente il mio genere, quindi diciamo che analizzo da esterno (=potrei scrivere delle cagate).

Fondamentalmente i SOAD sono l'unico gruppo di metallo pesante che ascolto. L'unico gruppo di metallo pesante che apprezzo veramente e che mi fanno saltare e urlare. Certo, ascolto altre cose con sound simile, ma nessuno arriva ai livelli dei systemini.
Mezmerize però mi ha parzialmente deluso. Infatti se il primo album omonimo li aveva presentati con quel loro suono così particolare; se il secondo, Toxicity, aveva fatto fiorire gli spunti del primo facendo venir fuori una vera e propria bomba, un album che resterà nella storia; se il terzo, Steal this album, formato da "scarti" (fossero tutti così gli scarti!!) non entrati nei precedenti due, ci aveva fatto conoscere dei SOAD un po' diversi dal loro solito filone e comunque sempre al top; io in Mezmerize non ci vedo nessuna novità.
Vedo un manierismo del loro stile che non raggiunge le vette di Toxicity. Certo, l'album cresce ad ogni ascolto e indubbiamente merita il possesso. Ci sono alcune canzoni tipo Radio/video o Sad statue o Lost in Hollywood che meritano tantissimo ma nessuna, ripeto, eguaglia quel capolavoro di album e di canzone che è Toxicity. E poi c'è questa sensazione che a volte abbiano indugiato un po' oltre in ritornelli un pochino troppo pop (per i miei gusti eh).
Ad un eventuale neofita dei System of a down quindi io consiglierei, prima di avere Mezmerize, di entrare in possesso di Toxicity. Intendiamoci, Mezmerize è un album bellissimo e forse io pretendo troppo, forse non è umanamente possibile fare un capolavoro assoluto ad ogni album. Sarebbe bello però che fosse così.
Il 30 maggio a Milano ci sarò anch'io a vederli dal vivo, sono sicuro che sarà un'esperienza indimenticabile.

P.S. dato che a me è sempre piaciuto cambiare i testi delle canzoni, You should've never gone to Hollywood è diventato You should've never gone to Le.gnago; nel cantato ci sta perfettamente.

|