mercoledì

Calcio
società a prova di fallimento

Se abitassi in un paese normale nel quale il clero se sta buono a non rompere il cazzo, o se lo rompe lo cagano in pochi, potrei starmene anch'io tranquillo. Il mio anticlericalismo, necessario in un paese teocratico come l'Italia, in un paese normale sarebbe solo indifferenza, pura e semplice indifferenza.

Stesso discorso lo si può applicare al calcio. In un paese normale non mi interesserebbe nulla, ma in Italia il calcio è una cosa un po' diversa, una cosa che mi fa schifo. La seconda religione italiana per importanza è la classica e fantastica trasposizione moderna del circenses romano. Esattamente la stessa cosa: fai sfogare i buzzurri allo stadio, falli sentire filosofi discutendo ore ed ore su svariatissimi argomenti collegati (sportivi o non), organizza un business incredibile attorno al pallone e acquista fama e gloria possedendo una squadra di successo (ti servirà se vuoi fare il salto in politica).
E stai tranquillo, non ti può succedere assolutamente nulla, non puoi fallire; tranne se i tuoi protettori ti voltano le spalle (come a Cecchi Sfiga Gori). Puoi fare qualsiasi operazione spregiudicata, puoi essere in passivo cronico ed acquistare giocatori a cifre immonde, tanto poi vai a piagnucolare dal pres del cons (uno di loro) che il calcio italiano è in crisi.
Ma stai tranquillo! NON PUOI FALLIRE! Guarda la Lazio, cazzo, guarda la Lazio! Piuttosto che farla fallire come sarebbe stato sacrosanto le hanno spalmato i debiti che aveva col fisco in 23 (VENTITRE) anni; cose dell'altro mondo. Ti rendi conto? Questo è l'esempio che la giustizia non è uguale per tutti, e sfido chiunque a dimostrarmi il contrario.
Non si capisce bene per quale strano motivi le società di calcio non vengano giudicate come normali aziende, ah, forse perchè dietro c'è una filibustieria incredibile. La verità è che tutte (tranne la Juve credo, correggetemi se sbaglio) sarebbero già fallite se fossero state considerate normali aziende. E invece no, loro sono il giuoco del calcio: in culo.

|