giovedì

Tanjoobi

Ho amici che rimpiangono l'adolescenza e amici che si comportano ancora da adolescenti: idioti! Non hanno capito che un uomo il massimo lo esprime dopo i trenta, che stolti. Se guardo indietro dai miei 15 ai 20 anni vedo solo sofferenza e desolazione, una schifezza unica. La vera vita (culturale, affettiva, etc etc) inizia dopo i venti anni (prima sei solo un bocia che non capisce un cazzo) e diventa massima dopo i trenta, ne sono convinto.
Io oggi 28 aprile compio 26
anni (fatemi gli auguri, grazie) e sono quindi instradato verso l'apice dei trenta, speriamo arrivino presto.
Aggiungiamo il fatto che un non figo migliora con l'età, come potranno confermare Coniglione e Dosto, e il quadro è fatto: più vado avanti più miglioro sotto ogni punto di vista; non è un'opinione, son dati di fatto. Come prova vi porto, per esempio, come sarò fra quarantanni, ossia a 66 anni: un figaccione della madonna, forse con un po' troppe rughe.


immagine elaborata qui

|