domenica

Precisazioni
ancora una volta

L'avrò scritto mille volte ma è bene ripeterlo, magari qualcuno che legge non mi conosce bene o ha dimenticato; e io mica voglio passare per l'orco cattivo.
Personalmente (ho detto personalmente) ritengo che tutte le religioni siano favolette per bambini. Ognuno è libero di credere alla propria favoletta preferita senza timore alcuno, anche perchè io credo ad una favoletta per bambini di stile diverso ma sempre di favoletta si tratta, ossia l'anarchismo. Ora, potremmo stare qui delle ore, dei giorni, delle settimane a discutere su quale favoletta sia la migliore, personalmente ritengo la mia favoletta la più bizzarra e la più fantasiosa, ma come dice la mia mamma i gusti sono gusti (ed io comunque non dimentico mai che la mia è una favoletta, qui forse sta una prima differenza).
Quello che io combatto (metaforicamente obviously) non è quindi la favoletta in sè, le favolette son carine e tanto simpatiche, ma quei personaggi viscidi, cattivi e un poco stronzi che applicano le favolette alla vita reale dimenticando (o facendo finta di dimenticare) che la propria personale favoletta magari ad un tizio che è loro vicino fa proprio cacare il cazzo. Questi stronzoni viscidi mi devono ancora spiegare (e son già passati due millenni eh, come passa il tempo butèi!) perchè mi vogliono imporre la visione del mondo scaturita dalla loro favoletta quando a me proprio non piace una benemerita fava. Questi cattivoni (e pure antipatici) mi devono ancora spiegare perchè riguardo la fecondazione assistita, i diritti degli omosessuali, l'interruzione di gravidanza etc etc (sono alcuni esempi, tutti stranamenti riguardanti la sfera sessuale) vogliono dettar legge (nel vero e purtroppo reale senso della parola) a casa mia (l'Italia) e non se ne stiano a casa loro (il vaticano).
Di favolette il mondo è pieno e di gente che vuole imporre la propria pure. Io sono nato in Italia e mi scaglio di conseguenza contro la favoletta cattolica che sembra (è) ormai diventata la religione di Stato (la breccia di Porta Pia ormai è stata riparata con il cemento armato), di conseguenza quindi non mi si può che definire anticlericale, ossia contro il clero; di essere contro la religione non me ne frega una cippa. Fossi nato in un paese mussulmano sarei stato un antimullah o antiayatollah.
Ognuno può credere alla favoletta che più lo allieta e lo diverte a patto di
a) non venire a fracassare il cazzo a me.
b) non considerare la propria favoletta la mia favoletta.
c) non venirmi a fare la morale.
d) non considerare la morte del proprio capofavoletta un mio lutto.
Come dice mio zio materno patti chiari amicizia lunga. Purtroppo in questi giorni (in questi anni) i patti sembrano un po' saltati, ma vabbeh, io mica sono rancoroso, amici come prima eh, basta che non mi rompiate più il cazzo però.


P.S. e comunque io sto con Ratzinger

|