giovedì

Canzoni da compleanno
robba buona, robba giusta
c'è pure un cicinin di polemica

Le due canzoni del giorno sono Independence Day di Elliott Smith (tratta da XO) in quanto è stata la canzone che ho più canticchiato durante questo mio appena terminato venticinquesimo anno e An Animated Description Of Mr. Maps dei Books (tratta dall'album Lost and safe che ho preso ieri) in quanto vorrei riuscire a fare una canzone simile durante questo mio appena iniziato ventiseiesimo anno.

Inoltre vorrei annunciare alla gentile clientela che è iniziata la campagna
I'm not indie. I'm a fucking altenative
contro l'uso ormai generalizzato a cani e porci della nebulosa e artificiale nomea di indiea qualsivoglia prodotto musicale che non sia Vasco o i Pooh. Gente che fino a ieri ascoltava gli U2 si permette di fare il magister elegantiarum della musica e blaterare di insignificanti gruppuscoli che lasciano il tempo che trovano e che, diciamocelo, son fatti apposta per essere dimenticati in quindici giorni. Riscopriamo il valore del termine alternativo (che devo dire fa tanto '90) contro l'infighettamento galoppante degli indieboys.
Con questo non mi riferisco a gente competente come Delio, il padre in qualche modo dell'indieblogging, ma a "figli degenerati" che salgono sul carrozzone della moda e che sinceramente mi hanno pagontato (nauseato).

Quindi, avvertiti, il prossimo che mi chiama indie vado a casa sua e gli piscio indovinate dove...sì, sul tappeto.

|