martedì

Gesù ci ama
io invece lo odio

Riguardo l'ignobile faccenda della povera Terri Schiavo mi sono tenuto volutamente all'oscuro, o meglio, ho provato. Penso che la più grande vittoria per quella donna sia di essere dimenticata, ignorata, lasciata in pace, lasciamo il suo ricordo a chi l'ha conosciuta, noi non c'entriamo.
Ma guardando la massa di perfetti mentecatti nonchè assoluti coglioni nonchè totali analfabeti nonchè inutili lobotomizzati che si accalcavano davanti all'ospedale a gridare a favore della vita morta di Terri Schiavo non ho potuto pensare che in fondo l'erba del vicino non è assolutamente più verde. Certo, noi abbiamo il nostro immondo vaticano, ma la spiritualità protestante yankee non è niente male.
Gente invasata con un concetto massimamente totalitario della società che irrompe nella vita privata di una famiglia urlando e sbraitando davanti al suo dolore. Ho pensato a come mi sarei sentito io a vedere davanti casa mia questo branco di merde ambulanti con i loro cartelloni pieni di Jesus qua e Jesus là; per fortuna non vivo in America dove la disponibilità di armi da fuoco è massima.
In fondo questo è il pericolo del protestantesimo. Hanno tolto la bibbia al prete e l'hanno data al popolo ignorante che ne fa quello che vuole. Il popolo ignorante e malleabile è la cosa più pericolosa che ci sia. Qui in ambito religioso un certo moderatismo reazionario, là un'esplosione rivoluzionaria di invasati. La mia personale soluzione la sapete già: eliminazione della religione.
Questi americani, questi presidenti che piangono lacrime commosse, questi stessi presidenti che quando erano governatori hanno firmato 159 condanne a morte, che buffo popolo eh? E che creduloni che sono questi americani se hanno rieletto lo stesso tizio che ha mosso guerre basate sul nulla. Oggi come oggi non possiamo non definirci antiamericani, quello che vuol dire con tutte le sfumature e le spiegazioni lo lascio a voi.

|