giovedì

Il linguaggio è raro
estremamente raro

Mi sono spesso chiesto se si possa definire linguaggio quello tra due persone che in realtà non hanno niente da dirsi. Qual'è il fine del linguaggio? Scambiarsi conoscenze, almeno credo. E quindi tutti quei miliardi di oceani di frasi fatte, di banalità, di discorsi prefabbricati, di parole inutili, di discorsi di convenienza, ecco tutto questo è linguaggio? Io penso di no. Si tratta solo di suono fine a se stesso, vuota aria inutile, spreco di energia. Non sarebbe un mondo migliore quello nel quale due persone che si incontrano per strada, in ufficio, al bar, in edicola, al cinema etc etc e che non hanno niente da dirsi di significativo non si scambiassero effettivamente parola?
E invece no, mi si dice che l'educazione impone che io chieda al coglione di turno che ho davanti come va, tutto bene, bella giornata vero, chiamami, ci sentiamo, bla bla bla. No, io non sono fatto per queste cose, veramente, non me ne frega niente degli altri, veramente, non siete nulla per me. O meglio, mi interesso delle persone che conosco e che stimo; pincopanco che incontro ogni quindici giorni per dieci minuti perchè devo o per caso non fa parte dei miei interessi.
E così la maggior parte delle parole che emettiamo ogni giorno sono cosa vuota, stupida routine, non-linguaggio. Che tristezza butèi! Per quel che mi riguarda, ci sono stati giorni nei quali non emettevo una vocale e mi sentivo benissimo, gran bei giorni.
Purtroppo saranno solo un ricordo, il falso linguaggio alla fine vince sempre, e noi non comunichiamo realmente più.

|