mercoledì

Gentilezza commerciale

Quale è una delle regole basilari del buon commerciante? Non far sentire il cliente un coglione. Ovvio no? Insomma, tu mi dai i dindini grazie ai quali io campo, è il minimo che io commerciante ti tratti con un attimo di gentilezza.
Ma stranamente questa regola non sembra conosciuta ad un noto negozio musicale di Verona. Allora, c'è questo negozio che si vanta anche di avere cose un po' ricercate, ha tanti cd, tanto jazz, tanto hip hop, vabbeh, lasciamo stare che l'intera sezione di musica elettronica sia denominata trip hop...vabbeh, fa lo stesso... e c'è questa tipa che non so se sia coproprietaria o solo commessa che sta sempre in mezzo al negozio stravaccata sugli scaffali a guardare che la gente non si intaschi qualche cd. Io cerco quello che mi interessa per i fatti miei, non lo trovo, provo a chiedere a lei.
Immancabilmente dopo aver chiesto se hanno tal cd, la tipa mi guarda per tre secondi ed emana un noooooo condito con faccione che si distorce e testa che dondola velocemente, il tutto con un disprezzo tale che sembra dire ma che cazzo ascolti? non ho mai sentito 'sta merda che mi dici! Ecco, diciamo che io non chiedo se hanno Britney o Gigi, ma essendo un negozio musicale mi aspetto che almeno sappiano qualcosa di più dello spettatore medio di TRL. Per la cronaca, la settimana scorsa ho chiesto Lcd Soundsytem, di qui alla FNAC hanno ordinato 70 copie; quindi non propriamente un pinco panco. Ma metti che io ti chiedessi anche, chessò, i Cadavere Sverginato, tu non ti puoi permettere di farsi sentire un coglionazzo, no, anche perchè dopo un po' la cosa stanca e io cliente non metterò più piede nel tuo negozio; cosa che farò.
Quindi addio cari tipi di Dischi V*****i; che poi...che cazzo di nome!

|