lunedì

Conversioni

C'è un cattoblog (di qui non darò il link per non fare pubblicità) che riguardo alle conversioni ha scritto questo, io fra parentesi ho messo quello che ne penso.

Non c'è nessuno che lo può fare al posto vostro.
(per fortuna abbiamo ancora questa libertà)
E' una scelta, ed un tentativo che si coltiva giorno dopo giorno.
(meglio coltivare la maria, dà più soddisfazioni mi sa)
E' un folle, chi attende come un miracolo la conversione.
(è un folle chi spreca una vita a pregare il nulla)
Non significa entrare a far parte di un clan e ancor meno di un partito.
(è entrare in una associazione a delinquere che si intromette in tutti i partiti)
E' forse solo, cominciare a puntare il dito verso la croce e tenere gli occhi ben fissi su di essa. Forse qualcuno, vedendovi, si potrebbe incuriosire, e cominciando ad interrogarsi su di essa, si potrebbe ritrovare egli stesso a puntare il dito, senza nemmeno accorgersene.
(io, incuriosito, chiamerei la A.S.L. più vicina per informarli che c'è un tipo sospetto che manifesta chiari segni di squilibrio)

A commento di questo post, un tizio ha scritto quanto segue, e io fra parentesi quello che ne penso

E' una definizione straordinaria! Però ricordati che, anche se costruita giorno dopo giorno, la conversione è comunque una Grazia ed un Miracolo. Basta ricordare quella di San Paolo che è stata addirittura folgorante. C'è sempre una Mano che guida la nostra vita...
(Sì, la mia Mano si chiama Federica, ed è una mano amica)

|