giovedì

Uuuh something to talk about

Presente quelle liste di buoni propositi che si fanno alla fine dell'anno? Ecco, io non le ho mai fatte avendole sempre ritenute delle, erm, stronzate. Però per quest'anno voglio fare uno strappo alla regola. No, nessuno lista, solo una cosa:
Devo rendermi conto che ci sono persone importanti attorno a me che magari vorrebbero anche sapere cosa acciderbolina mi cruccia. Devo smetterla di indossare la famosa maschera del sorrido chè va tutto bene e sforzarmi un po' di più di parlare. Già, che parlare non è mica difficile, basta aprire la bocca e le parole usciranno quasi da sole. E devo ritermi fortunato come una giovenca che ci sono persone che vogliono sapere cosa c'è, anzi, diciamo le cose come stanno: devo ritenermi fortunato ad avere al mio fianco una certa Elisa che mi sopporta, e vaffanculo a tutti quelli che leggendo questa frase penseranno ohhh che mieloso, sì belli miei, io mi bacio le manine per la fortuna che ho avuto. Che poi parlando le cose si sgonfiano e si ricomincia a ridere anche. Bene, detto questo prometto che non vi fracasserò più i maroni con questi discorsi.
E poi, cristo santo, devo smetterla di girare per casa vestito tutto di nero che sembro un beccamorto! (modo di dire, tutto il mio rispetto per gli indispensabili lavoratori nei cimiteri).

|